Hospice Ferrara
Casa della Solidarietà

L’Hospice di ADO a Ferrara

L’hospice Casa della Solidarietà è una residenza sanitaria costruita nel 2001 a Ferrara, accreditata col Servizio Sanitario della Regione Emilia Romagna dal 2007. La costruzione è realizzata su due piani, attorno ad un bel giardino. L’area di degenza è al piano terra e può accogliere 12 pazienti in ampie camere singole dotate di tutti i comfort, con bagno privato e con poltrona/divano letto per i familiari.

Al primo piano sono collocati i servizi ambulatoriali, la sala di culto, la sede organizzativa dell’assistenza domiciliare, la direzione e gli uffici amministrativi, oltre ad ampi spazi di accoglienza per ospiti e famigliari.

Tutti i servizi dell’Hospice di ADO a Ferrara sono gratuiti.

L’hospice è organizzato in modo da garantire una facile accessibilità ai pazienti, oltre al benessere psicologico e relazionale del malato e dei suoi familiari, il comfort ambientale, la sicurezza nell’utilizzo degli spazi, la tutela della privacy.

Le cure palliative in hospice hanno lo scopo di garantire la miglior qualità di vita possibile attraverso il controllo del dolore e dei sintomi che la malattia comporta e il supporto psicologico al paziente e ai suoi familiari. Questo avviene mediante l’accurata valutazione dei bisogni e la condivisione degli obiettivi assistenziali. L’equipe assistenziale si prende cura delle persone in modo globale, adeguando il piano di cura alle necessità e alle aspettative del paziente e dei familiari, con il contributo delle professionalità presenti.

Come accedereall’Hospice di Ferrara

Accesso per i residenti della provincia di Ferrara

  • Se il paziente è al proprio domicilio o in strutture sanitarie o socio-sanitarie territoriali il medico responsabile deve compilare la scheda di accesso dal sito dell’Ausl di Ferrara cliccando sul link in base al distretto di residenza del paziente

Centro-nord

Sud-est

Ovest

  • Se il paziente è ricoverato in ospedale la segnalazione ci verrà inviata direttamente dalla CDCA, previa segnalazione del medico di reparto.

    In entrambi i casi la coordinatrice infermieristica ADO contatterà la persona di riferimento per prendere appuntamento per un colloquio informativo pre-ingresso. Al colloquio sarà necessario portare carta d’identità e codice fiscale del paziente e la documentazione clinica.

Accesso per i residenti fuori della provincia di Ferrara ma nella Regione Emilia Romagna

  • Se il paziente è al proprio domicilio il medico di medicina generale deve compilare la scheda di accesso dal sito dell’Ausl di Ferrara cliccando sul link in base al distretto di afferenza dell’Hospice:

Centro-nord

Sud-est

Ovest

  • Se il paziente è ricoverato in ospedale la segnalazione ci verrà inviata direttamente dal medico di reparto (modulo 1).

    In entrambi i casi la coordinatrice infermieristica ADO contatterà la persona di riferimento per prendere appuntamento per un colloquio informativo pre-ingresso. Al colloquio sarà necessario portare carta d’identità e codice fiscale del paziente e la documentazione clinica.

Accesso per i residenti fuori dalla Regione Emilia Romagna

  • Se il paziente è al proprio domicilio il medico di medicina generale deve compilare la scheda di accesso dal sito dell’Ausl di Ferrara cliccando sul link in base al distretto di afferenza dell’Hospice, e dovrà essere chiesta autorizzazione all’Ausl di appartenenza:

Centro-nord

Sud-est

Ovest

  • Se il paziente è ricoverato in ospedale la segnalazione ci verrà inviata direttamente dal medico di reparto (modulo 1).

    In entrambi i casi la coordinatrice infermieristica ADO contatterà la persona di riferimento per prendere appuntamento per un colloquio informativo pre-ingresso. Al colloquio sarà necessario portare carta d’identità e codice fiscale del paziente e la documentazione clinica.

Le dimissioni

Quando le condizioni cliniche lo consentono, il paziente può essere dimesso per altra struttura sanitaria o per il domicilio. La dimissione è sempre protetta e concordata per tempo con i familiari. Le costanti relazioni con le strutture specialistiche di riferimento e col medico di famiglia, oltre alla possibilità di continuare a essere seguiti dall’equipe palliativistica ADO sia a domicilio che in ambulatorio, consentono al paziente e ai familiari di mantenere nel tempo un riferimento “certo” nell’equipe ADO e di trovare in essa una risposta concreta per tutte le necessità.

Contattaci subito se desideri maggiori informazioni.
Chiama lo 0532 977672

7 + 0 = ?